Aikishintaiso e Aikido   

La pratica dell'aikishintaiso ci permette di comprendere che l'aikido ha la sua  origine nell'anthropos, e il suo fine nel volere che l'uomo compia il suo dovere spirituale, ovvero renda conto della realtà del mondo. Kobayashi Sensei designava tale realtà con il termine jisekai (il mondo vero), la sintesi di ai (armonia) inochi (la vita) e tchie (l'intelligenza dell'universo). Dell'aikido, egli diceva che non è appannaggio di alcuno e che il suo primo insegnamento è innanzi tutto il rispetto della libertà dell'individuo. Nel kihon di aikishintaiso elaborato da Kobayashi Sensei ogni gesto ha un valore spirituale in quanto esprime l'intenzione di affidare il proprio corpo alla mano universale. 

André Cognard


Le origini: 

E’ una disciplina corporea  che proviene almeno in parte dall’Aiki In Yo Ho, dottrina dell’armonia spirituale basata sullo yin – yang, insegnata nel clan Takeda a partire da Takeda Takumi No Kami Soemon (1758 – 1853). Ha legami intensi inoltre con lo Shugendo,  l’Omotokyo, il Seitai Jutsu, e lo Zen. Takeda Sokaku (1859 – 1943) definirà poi la sua pratica aikishintaiso. Raccoglie inoltre l’esperienza in ambito fisico, energetico e psichico di discipline quali i Budo, il Sumo, il Kappo – Seppo, il Teatro No, i Buto.











Oggi:

La diffusione e l'insegnamento dell'aikishintaiso a partire dalla tradizione marziale è opera di André Cognard Shihan, allievo di Kobayashi Hirokazu Soshu. Oltre a dirigere stages di questa disciplina in Europa e in Giappone,  Cognard Shihan è il fondatore dell'Institut d'Aikishintaiso (IAT) a Bourg Argental, Francia,  ove viene condotto lo studio e la formazione degli insegnanti. Vero ponte tra due culture, questo istituto vuole far dialogare questo lascito tradizionale e spirituale dell'oriente con la moderna cultura scientifica occidentale.


Scuole principali:

Sono presenti siti web delle scuole principali, con i loro insegnanti formati all'Institut d'Aikishintaiso: